STORIA

Advanced Slope Engineering (ASE) s.r.l.è nata nel 2013 come Start Up - Spin Off dell'Università di Parma ed attualmente è una PMI. I partner hanno fondato l'azienda con l'obiettivo di sviluppare, costruire e diffondere un nuovo sistema di monitoraggio, definito Modular Underground Monitoring System (MUMS), basato sull'applicazione di microtecnologie innovative, di cui ASE detiene il brevetto. La maggior parte delle attività lavorative sono incentrate nel settore di ricerca e sviluppo, con particolare attenzione al campo delle nuove tecnologie, del data management e analysis. Tutti i membri del team hanno un dottorato di ricerca o una laurea magistrale in Ingegneria (Civile, Ambientale o Elettronica) ed alcuni sono professori universitari. Nel contesto dell'Industria 4.0, l'idea di ASE è quella di introdurre l'automazione, l'analisi dei Big Data e l'approccio dell'Internet of Things nella gestione dei fenomeni ambientali, con particolare attenzione al supporto decisionale relativo a condizioni critiche relazionate al pericolo idrogeologico o alla costruzione di infrastrutture in contesti difficili.

TECNOLOGIA

Le tecnologie proposte da ASE sono alla base dello sviluppo di un concetto di monitoraggio e strumentazione completamente nuovi nel controllo e prevenzione relativi al ramo geotecnico, alla meccanica delle rocce, al tunnelling e ai movimenti di versante. Le caratteristiche principali del sistema riguardano la sua completa automazione, nonché controllo e gestione remota. La tecnologia si presenta come una combinazione di sensori posizionati all'interno di nodi (Links), connessi mediante un cavo in fibra aramidica o in fibra di vetro insieme ad un cavo elettrico, formando una catena della lunghezza desiderata. I nodi possono essere organizzati in differenti combinazioni di distanze e tipologie, secondo le configurazioni che rispondo meglio ad ogni necessità richiesta dal monitoraggio. Ogni Link può essere equipaggiato con MEMS 3D, MEMS 3D e celle elettrolitiche 2D, piezometro, barometro e termometro ad alta risoluzione. L'unione di più sensori permette la realizzazione di una catena fatta su misura, che può essere spedita nel sito di installazione mediante un rocchetto o una scatola. Il MUMS può essere installato in fori equipaggiati con la tubazione inclinometrica nei quali la sonda tradizionale non è più in grado di passare a causa delle eccessive deformazioni, risparmiando tempo e denaro. 

APPROCCIO

L’approccio del Modular Underground Monitoring System (MUMS) si sviluppa attorno ad un nuovo concetto di monitoraggio, derivante da molti anni di ricerche portate avanti nel Dipartimento di Ingegneria e Architettura (DIA) dell’Università di Parma. Il concetto base si fonda sulla necessità di sviluppare un sistema automatizzato che fosse accurato, affidabile e duraturo, caratterizzato da relativamente bassi costi di installazione e gestione. La tecnologia permette di monitorare in tempo reale deformazioni ed altre grandezze fisiche significative con una frequenza di campionamento predefinita e modificabile in corso d’opera.

I settori di interesse sono la geotecnica, la meccanica delle rocce, il tunnelling, il controllo e la prevenzione del rischio da frana, il monitoraggio ambientale.

Il MUMS può essere installato in perforazioni equipaggiate con un tubo inclinometrico di tipo tradizionale, inaccessibile per la sonda manuale a causa delle eccessive deformazioni, risparmiando tempo e denaro.